Epilazione VS Depilazione: differenze, pro e contro.

Scopri la differenza tra epilazione e depilazione.

0

Epilazione VS Depilazione

Molto spesso, i termini epilazione e depilazione sono usati indifferentemente. Tuttavia, essi indicano due pratiche differenti. Con il termine depilazione, indichiamo, infatti, una rimozione parziale del pelo, che riguarda esclusivamente quella parte che emerge dalla cute. Al contrario, con il termine epilazione indichiamo la rimozione del pelo nella sua interezza.

Il pelo

Il pelo è costituito da una serie di filamenti di cheratina, una proteina che si forma nell’epidermide, cioè lo strato più superficiale del derma. A partire d

agli strati più profondi dell’epidermide, la cheratina si sposta verso l’esterno e si agglomera in cellule specifiche. Si tratta di cellule fibrose che vanno a formare i peli, oltre a unghie nell’essere umano, artigli, corna, zoccoli e aculei negli animali.

La depilazione

La depilazione si effettua con mezzi meccanici o chimici.

Epilazione VS DepilazioneNella prima categoria sono da annoverare rasoi e dischetti depilatori, nella seconda invece creme e saponi depilatori.

 

 

 

 

Depilazione con rasoio

Si tratta di un metodo sic

uramente rapido e indolore, tuttavia la ricrescita del pelo si verifica molto velocemente e nel giro di pochi giorni sarà necessario intervenire nuovamente.

Inoltre, tra gli svantaggi della tecnica si ha la formazione di irritazione e peli incarniti, soprattutto sulle pelli più delicate. Si tratta di fenomeni non pericolosi ma inestetici e fastidiosi.

Gli esperti raccomandano l’utilizzo di gel o schiume appositamente studiate per ammorbidire il pelo e proteggere la pelle prima dell’utilizzo del rasoio.

Depilazione con dischetti depilatori o carta abrasiva

Prima della depilazione, è importante detergere la zona interessata con un sapone con pH neutro. Dopo di che si pas

sano i dischetti sulla cute eseguendo dei movimenti rotatori. Questo metodo di depilazione si utilizza, generalmente, su zone estese, quali gambe e braccia.

In seguito alla depilazione, si raccomanda l’applicazione di una crema lenitiva.

Depilazione con crema depilatoria o sapone

I peli sono rimossi facilmente dopo averne indebolito la struttura cheratinica che li costituisce.

Questi prodotti presentano pH basico, e per questo motivo, a seguito dell’applicazione e della rimozione del prodotto, si raccomanda l’uso di un detergente con pH acido.

La depilazione chimica può risultare poco funzionale per pelli delicate o lesioni cutanee.

Si raccomanda un patch test, cioè un test su una piccola area, per verificare che non vi siano particolari allergie al prodotto.

L’epilazione

Come già affermato, l’epilazione consiste nella rimozione dell’intera struttura del pelo. Tra i metodi più comuni ricordiamo ceretta, pinzetta, epilatori elettrici, luce pulsat

a, diatermocoagulazione e laser a diodo.

Epilazione tramite ceretta

Si tratta di uno dei metodi più comunemente utilizzati per la rimozione dei peli. Si tratta di una metodica efficace che porta ad avere una pelle ben liscia per alcune settimane, tuttavia può essere molto dolorosa, soprattutto in zone particolarmente delicate e sensibili.

Epilazione con pinzetta

Metodo efficace che però richiede lunghe tempistiche, in quanto i peli sono rimossi uno a uno. Proprio per questo motivo, il suo utilizzo è lim

itato ad aree poco estese quali sopracciglia, baffetti, area circostante al complesso areola-capezzolo.

Epilazione tramite epilatori elettrici

Gli epilatori elettrici sono apparecchi specifici dotati di testine mobili che catturano i peli singolarmente estraendoli dai follicoli. È sufficiente lasciar scorrere l’epilatore elettrico nelle zone interessate dalla presenza di peli.

Si tratta di un metodo efficace per la depilazione di aree estese, quali gambe e braccia, ma sconsigliato per zone più sensibili e delicate, quali inguine e ascelle.

Si consiglia di fare un bagno caldo per favorire la dilatazione dei bulbi piliferi prima della rimozione dei peli.

Epilazione con luce pulsata

Uno strumento specifico agisce sulla melanina presente nei peli e ne inibisce la ricrescita. Il candidato ideale per questa tipologia di epilazione presenta pelle chiara e peli molto scuri in quanto, tanto più si ha melanina, quanta più luce sarà assorbita. Di conseguenza, in presenza di peli rossi, biondi e bianchi il trattamento risulta inefficace.

I risultati sono soddisfacenti, seppur non definitivi, su gambe, braccia e ingu

ine. I peli risultano decisamente più radi e, in alcune zone, possono non ricrescere. Tuttavia, lo strumento non presenta una potenza sufficiente per la zona delle ascelle.

È opportuno evitare zone con lentiggini, tatuaggi, cicatrici, vene varicose e macchie cutanee.

 

Diatermocoagulazione

Un elettrodo è inserito nel follicolo al fine di distruggere il bulbo. Il pelo è poi rimosso con una pinzetta.

È un metodo efficace per viso, areola mammaria e pancia, tuttavia le tempistiche sono estremamente lunghe e il trattamento non è indolore.

Epilazione con laser a diodo

Si tratta di un trattamento di ultima generazione, che offre una rimozione permanente, veloce e indolore.

Il principio seguito dalla strumentazione è quello della fototermolisi selettiva. L’energia luminosa emessa dal laser viene trasformata in calore dalla melanina. Il tessuto circostante non viene in alcun modo intaccato dall’azione del laser.  Per maggiori informazioni: http://www.esteticamariposamilano.it/laser-al-diodo/

Il trattamento è adatto a tutti i fototipi ed è possibile sottoporsi alle sedute anche durante il periodo estivo, quando la pelle è abbronzata.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.